Se il sito è responive si posiziona meglio su googleEcco come cambia l’algoritmo di Google.

È ormai noto che, a partire dal 21 Aprile 2015, il mobile-friendly sarà uno dei fattori principali di ranking, ovvero, cambia l’algoritmo che utilizza google per posizionare i siti sul suo motore di ricerca.

Come google stesso dichiara, nell’ambito della ricerca su dispositivi mobili, gli utenti devono ricevere, in modo tempestivo, i risultati più pertinenti. Di conseguenza, adatteranno i loro algoritmi per rispondere a queste nuove modalità.

A partire dal 21 Aprile, dunque, l’utilizzo dell’ottimizzazione per dispositivi mobili sarà un segnale di posizionamento importante.

Questo cambiamento avrà effetti sulle ricerche mobile in tutto il mondo e in tutte le lingue e avrà un significativo impatto nei risultati di ricerca. Gli utenti troveranno più facile ottenere risultati di ricerca rilevanti e di alta qualità, perché ottimizzati per i propri dispositivi.

Google mette a disposizione una guida per rendere un sito mobile-friendly.

Se vuoi vedere come Google visualizza le tue pagine, usa il suo test di compabilità con dispositivi mobili.
Se invece utilizzi già “Strumenti per i Webmaster di Google”, puoi avere anche una lista delle problematiche trovate durante la scansione del tuo sito, utilizzando lo strumento di usabilità su dispositivi mobili.

Oggi, più che mai, è importante verificare se il tuo sito è “responsive”, adatto, cioè, alla visibilità su smartphone e tablet, pena la perdita di traffico e occasioni di vendita.
Rivolgiti a professionisti abilitati per conoscere a fondo lo stato del tuo sito e valutare le eventuali correzioni.


Luigi Resta, certificato Google AdWords, si occupa dal 2002 di posizionamento siti Web in Provincia di Modena con la sua Agenzia Web.
Chiedi adesso un preventivo.