Le imprese attive online aumentano il fatturato.

Le imprese che fanno ampio ricorso alle tecnologie web crescono più del doppio rispetto alle imprese che ne fanno poco uso. Le prime registrano una crescita media annua del 13% contro il 6,2% delle seconde. Le piccole e medie imprese definite da Boston consulting “online-attive” – ossia che dispongono di un sito ed effettuano attività di marketing o di vendita in Rete – hanno registrato negli ultimi tre anni un aumento dell’occupazione e un incremento annuo del fatturato dell’1,2%, contro il -2,4% delle imprese “solo-online” (ossia dotate di un sito ma che non svolgono attività di marketing o di vendita in Rete) e il -4,5% delle imprese “offline” (prive cioè anche di pagina web).”
“Un esempio? La Torrefazione Carbonelli. Era poco più di un bar, affogato a Melito, comune della provincia profonda di Napoli. Fatturato da bottega, clientela più che locale. Poi arrivano i social network, l’e-commerce, il sito, una intelligente campagna di brand reputation sul Web e il piccolo bar di paese ha più che decuplicato il fatturato, ha creato un marchio artigianale e vende dall’Austria all’Australia il suo caffè “Made in Italy”, ha lanciato varie linee di prodotti e fa customer care via Twitter. Investimenti? «Tempo, studio e un poco più di mille euro per un buon pc e la connessione adsl», dice il titolare.” Fonte: Il Sole 24 Ore

Il potere dell’e-commerce

Il fattore principale della crescita è dunque “come” vengono usate le tecnologie digitali a disposizione. Realizzare un sito web e usarlo come vetrina non basta, la strategia vincente è quella che integra una buona gestione dei social network, l’e-commerce e tutte quelle azioni di Web Marketing, come il posizionamento sui motori di ricerca, utili per valorizzare il marchio e veicolare traffico verso il sito.

Nel 2012, in Italia, si prevede un fatturato E-commerce di 9.5 Miliardi di Euro, +18% rispetto al 2011.

Chiedi adesso un preventivo per creare il tuo sito e-commerce

Gli smartphone hanno cambiato il modo di acquistare dei consumatori.

I comportamenti di acquisto stanno diventando estremamente complessi.
Il 52% degli utenti di smartphone cercano prodotti e servizi utilizzando il loro telefono.
Gli smartphone sono strumenti di acquisto fondamentali; infatti, l’82% di utenti ha cercato un prodotto o servizio sul proprio dispositivo.
La ricerca da smartphone influenza anche le decisioni e gli acquisti degli acquirenti nei canali di vendita tradizionali (prima mi informo e poi scelgo in quale negozio comprare).
Il 25% degli utenti
smartphone ha effettuato almeno un acquisto dal proprio telefono.

Disporre di un sito ottimizzato per cellulari è fondamentale.

L’utilizzo crescente di più device e fonti, in momenti e luoghi diversi della giornata, mostra come non sia più sufficiente raggiungere i consumatori, ma occorra raggiungerli nel momento più importante per loro, in pausa pranzo su smartphone, piuttosto che a casa in pantofole e tablet.

Conclusione: è diventato cruciale per un’impresa dotarsi di “tecnologie e cultura digitale” per competere con il mercato globale e ritagliarsi una fetta sempre più ampia del giro d’affari in continua crescita, senza considerare che Internet funziona benissimo anche in periodi di recessione.


Luigi Resta si occupa da più di dieci anni di creazione siti web a Modena e Provincia con la sua agenzia web.
Chiedi adesso un preventivo per creare il tuo sito